News dal mondo Nerostellato


UN MISTER COME… NICO: PORRO SI RACCONTA

Appuntamento settimanale con il tecnico della Juniores
La “rinascita” dei suoi ragazzi tema delle cinque domande

Parola a “Nico” Porro, allenatore nerostellato che si è preso in mano una “patata bollente” che via via scotta sempre meno, grazie a quanto seminato in questi anni nel vivaio del Petra Malo. Al primo anno nella società nata nel 1908, ma con una lunga carriera anche da calciatore alle spalle, parte della quale nell’Altovicentino. Un centrale difensivo “gentiluomo” che ha mantenuto le sue doti e il suo self control anche a bordocampo.

Domenico è subentrato alla guida della squadra Juniores a stagione iniziata, lasciando il gruppo dei Giovanissimi ’99. Dopo le tribolazioni iniziali, connaturate all’inesperienza in categoria delle matricole maladensi, sono arrivate le prime soddisfazioni.

1)   Fino a due settimane fa, guardando la classifica, gli Juniores magari qualcuno li dava per spacciati. Dal di dentro la squadra la pensavate allo stesso modo o non si è mai persa la convinzione? Cosa non andava per il verso giusto nei primi mesi?

“Spacciati proprio no, non l’abbiamo pensato mai. Ci siamo allenati sempre con serenità ed entusiasmo, convinti che prima o poi ci saremo sbloccati. Al primo errore commesso gli avversari ci punivano sistematicamente e questo portava ad una mancanza di autostima dei miei ragazzi.
I segnali per una ripresa a sprazzi si vedevano già prima della partita con l’Ambrosiana, dove abbiamo disputato una prestazione formidabile che ha fatto scattare in noi la convinzione che possiamo giocarcela con tutti”.

2)        Una vittoria ed un pari esterno contro una delle big del girone. Quale la ricetta del mister per riuscire a lasciare iul ruolo di cenerentola e raggiungere almeno i playout?

“Ricette non ne conosco. Sono convinto che un buon gruppo, con voglia, costanza, convinzione e magari anche un pizzico di fortuna, prima o poi riesce a spuntarla. Questa è la strada da seguire”.

 

3)    Cosa vi siete detti nello spogliatoio dopo la prima vittoria, appena finita la gara con l’Ambrosiana (3-1)? Emozioni e curiosità a riguardo…

“Ho fatto i complimenti a tutti i giocatori per l’ottima prestazione, come detto prima “formidabile”. La felicità per la prima vittoria è stata grande, con  un’enorme soddisfazione  da parte di tutti noi”.

 

4) Vizi e virtù della tua squadra, e fattori positivi e negativi del seguire da bordocampo ragazzi di questa età?

“La nostra categoria è un po’ anomala secondo me… Siamo l’ultima categoria del settore giovanile ed il serbatoio per la prima squadra. Il nostro è un gruppo giovane (fascia di età compresa dal ‘93 al ‘96) e forse manca di esperienza, contro compagini con elementi ben più esperti subiamo soprattutto sotto l’aspetto caratteriale. L’altra faccia della medaglia è che un gruppo cosi  giovane ha dei grossi margini di miglioramento per il futuro”.

 

5) Calciomalo.it… Uno strumento per…?

“Uno strumento utile per tutti gli sportivi dove potere trovare informazioni e curiosità su dirigenti, allenatori e giocatori del Calcio Malo”.